Trentino Alto Adige, capacità umane o bellezza del territorio?